Banner OpenAccess

Accelerating creep in deep-seated landslides moving along clay layers

Guerriero Luigi Ruzza Giuseppe Calcaterra Domenico Guadagno Francesco Maria Revellino Paola
Articolo Immagine
ISSN:
0557-1405
Rivista:
Rivista Italiana di Geotecnica
Anno:
2022
Numero:
2
Fascicolo:
Rivista Italiana di Geotecnica N. 2/2022
DOI:
10.19199/2022.2.0557-1405.049

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

Creep accelerato in frane profonde controllate da livelli argillosi deboli

In questo lavoro vengono presentati i dati di monitoraggio acquisiti nel settore superiore della frana del monte La Montagna. Questa frana può essere classificata come uno scivolamento traslativo in roccia-colata di terra e coinvolge un volume di circa 300,000 m3. Le osservazioni di sito hanno indicato come il movimento della frana avvenga lungo un livello argilloso che funge da piano di debolezza nell’ambito della formazione interessata. Lo spostamento del fenomeno è stato monitorato attraverso un estensimetro di basso costo tra il 29 settembre e il 17 novembre 2019. Il principale episodio di movimento si è verificato tra l’ultima settimana di ottobre e la prima di novembre quando è stato registrato un marcato comportamento da creep accelerato. La rottura è avvenuta il 6 novembre mentre l’8 novembre è stata registrata la massima velocità di movimento. La distribuzione parabolica dello spostamento ricostruita è coerente con la cosiddetta “Saito linearity”, cosicche è stato possibile prevedere il momento della rottura in accordo con i dati di sito disponibili. Tali dati sono stati utilizzati anche per ricostruire la dinamica del sistema stimando la forza virtuale agente sulla massa di frana.

In this paper, monitoring data acquired at the head of the La Montagna landslide in southern Italy are presented. The landslide is a translational rock slide-earth flow and involves an estimated volume of 300,000 m3. Field observations indicate that landslide movement occurs along weak clay layers. Displacement at the upper sector of the landslide was monitored using a low-cost wire extensometer between September 29th and November 17th, 2018. The main episode of movement occurred between the last week of October and the first week of November 2018 and a consistent accelerating creep kinematics was captured. The failure occurred on November 6th and the maximum velocity was observed in the afternoon of November 8th, 2018. Being consistent with the Saito linearity, the observed distribution of displacement allowed to estimate timing of slope failure that, according with field data, occurred in the morning of November 6th, 2018. Monitoring data were also used as basis to estimate the unbalanced force driving landslide movement. Overall, a single cycle sinusoidal-like force pattern was reconstructed.