Banner OpenAccess

Governo ed immigrazione a Bologna: alcuni esempi di politica dell’attrazione nella seconda metà del Trecento

Di Bari Aldo Giuseppe
Articolo Immagine
ISSN:
0393-7216
Rivista:
ATTI E MEMORIE. Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna
Anno:
2019
Numero:
LXIX
Fascicolo:
ATTI E MEMORIE N. LIXIX 2019

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

Per quanto i processi migratori siano stati numerosi nella storia di Bologna, il presente contributo intende rivolgere la sua attenzione in particolare su quelli che la interessarono nel corso della seconda metà del XIV secolo. Grazie alla documentazione inedita è possibile tracciare un quadro delle politiche che i governi visconteo e papale attuarono per gestire l’arrivo dei forestieri in città. In questo periodo un numero consistente di artigiani qualificati in cerca di nuove occasioni di impiego fu incoraggiato a trasferirsi al fine di incrementare l’attività economica locale. Lo scopo dell’articolo è quello di analizzare gli esiti di questi provvedimenti politici ed economici e, inoltre, i metodi usati al fine di attirare gli immigrati (in particolare tramite sgravi fiscali).

Parole chiave: lavoratori, forestieri, immigrazione, Bologna, sgravi fiscali.

Even if the migratory processes in the history of Bologna were numerous, this contribution nevertheless directs its attention to the second half of the 14th century. Thanks to the documents is possible to draw a picture of the policies of Visconti and Papal rules regarding the management of the foreigners who reached the city. In this period a significant number of skilled craftsmen looking for new employment opportunities were encouraged to come in order to boost economic activity. The purpose of this essay is to analyze the results of those political and economic measures and, moreover, the methods used to attract immigrants (expecially tax discounts).

Keyword: workers, foreigners, immigration, Bologna, tax discounts.