Banner OpenAccess

Faenza, Forlì e la penetrazione fiorentina nelle valli appenniniche fra XIV e XV secolo. Studi e fonti

Godi Giorgio
Articolo Immagine
ISSN:
0393-7216
Rivista:
ATTI E MEMORIE. Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna
Anno:
2019
Numero:
LXIX
Fascicolo:
ATTI E MEMORIE N. LIXIX 2019

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

Tra XIV e XV secolo ebbe inizio la penetrazione fiorentina lungo le valli appenniniche della Romagna centro-occidentale, una regione che ancora oggi prende il nome di ‘Romagna toscana’. Queste aree montane erano già da secoli vie di passaggio e di stanziamento di eremiti, mercanti e funzionari giuridici, ed erano importanti assi viari di collegamento tra Firenze e le città romagnole di Faenza e Forlì. In questi due centri, agli inizi del Trecento le istituzioni comunali erano entrate in crisi e si era avuta l’ascesa di consorterie familiari, tra cui prevalsero i Manfredi a Faenza e gli Ordelaffi a Forlì, famiglie protagoniste delle lotte intestine romagnole fra le fluide fazioni dei guelfi e dei ghibellini romagnoli, e nel tentativo di frenare il rafforzamento del dominio papale sulla regione. Entrambe queste famiglie ebbero rapporti con la crescente presenza fiorentina nelle valli del Lamone e del Montone, così come le popolazioni locali. Per indagare al meglio questi rapporti e i precisi confini delle due sfere di influenza, oltre a riferirsi ai molteplici studi già prodotti, tra cui spiccano quelli di Augusto Vasina, sarà necessario indagare le fonti cronachistiche coeve faentine, forlivesi e bolognesi, oltre che scandagliare i fondi archivistici presenti negli archivi e nelle biblioteche dei due centri romagnoli, come lo Schedario Rossini o lo Schedario Zaccaria.


Parole chiave: Manfredi, Ordelaffi, Firenze, Romagna toscana, confini.

The penetration of Florence power in the Apennine valleys, in the region of north west Romagna – a region that is still named “Romagna Toscana” – began between the 14th and the 15th century. For centuries, these mountain areas have represented a common way of passage and settlement of hermits, merchants and functionaries. Moreover, they represented crucial road links between the city of Florence and the cities of Faenza and Forlì, in Romagna. At the beginning of the 13th century these two urban centres went through a crisis of their municipal institutions, that lead to the ascent of familiar coteries, among which prevailed the Manfredi in Faenza and the Ordelaffi in Forlì. These two families had already their leading roles in the inner conflicts in the region, between the factions of Guelfi and Ghibellini, in order to reduce the strengthening of papal supremacy in the region. These families and the local population, had relationships with the increasing Florentine presence in the Lamone and Montone valleys. In addition to the multiple studies already produced, among which Augusto Vasina’s studies stand out, in order to better investigate these relationships and determine the borders of the respective areas of authority, it is necessary to investigate among the contemporary chronicles sources from Faenza, Forlì and Bologna. Moreover, it is necessary to examine the archival collection of the two cities, as far as the Schedario Rossini or the Schedario Zaccaria.


Keyword: Manfredi, Ordelaffi, Florence, Romagna toscana, borders.

// Carichiamo l'elenco degli stati