Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Gli effetti del lavoro agile nel corso del lockdown del 2020 in Italia. Tra opportunità e alienazione

Tintori Antonio Cerbara Loredana Ciancimino Giulia
Articolo Immagine
Rivista:
Analysis
Anno:
2021
Numero:
1
Fascicolo:
Analysis N. 1-2021

Open Access Image


Download:

La diffusione del Covid-19 è stata accompagnata da misure di contenimento che hanno imposto un ripensamento dell’organizzazione del lavoro. A partire dal lockdown nazionale della primavera del 2020 il lavoro da casa è diventato una realtà diffusa in tutto il Paese, generando in molti casi una sovrapposizione, e non una conciliazione, tra tempi di vita e di lavoro. L’alienazione dalle reti formali e informali dettata dal distanziamento fisico, è andata spesso di pari passo con l’emergere di una nuova forma di alienazione lavorativa, in particolare femminile, per effetto della deregolamentazione del cosiddetto lavoro agile e dell’influenza sul comportamento degli stereotipi di genere. L’Osservatorio sui Mutamenti Sociali in Atto Covid-19 del gruppo di ricerca Mutamenti Sociali, Valutazione e Metodi (MUSA) del CNR-Irpps ha condotto due indagini nazionali a partire da marzo 2020 che hanno analizzato le tendenze comportamentali innescate o amplificate dalla diffusione del coronavirus, tra le quali l’influenza del luogo di lavoro sul benessere individuale, rintracciando una correlazione tra lavoro agile e alcune emozioni primarie negative che sono state scosse in conseguenza dell’evento pandemico e per effetto dello spazio lavorativo. Questo fenomeno è stato riscontrato in particolare tra le donne che hanno dovuto lavorare in modalità agile e, contestualmente, farsi carico degli oneri di cura e assistenza familiare.


Parole chiave: Lavoro agile; Covid-19; Lockdown; Benessere; Emozioni primarie. 

The spread of Covid-19 has been accompanied by containment measures that have forced a reorganisation of work. Since the national lockdown of spring 2020, agile work, more precisely home working, has become a widespread reality throughout the country, causing an overlap more than a reconciliation between life and work. The alienation from formal and informal networks due to physical distancing, in many cases has gone hand in hand with the rise of a new form of work alienation, particularly for women, because of the deregulation of agile work and the influence on behaviours of gender stereotypes. The Observatory on the Ongoing Social Changes Covid-19 of the CNR-Irpps MUSA research group carried out two national surveys starting from March 2020, analysing many behavioural trends triggered or amplified by the spread of coronavirus, including the influence of the workplace on individual well-being, tracing a correlation between agile work and negative primary emotions. Indeed, during these months primary emotions were strongly shaken not only by the pandemic event, but also by the workplace, especially when women working from home had to bear both the burden of family care and their work.


Keywords: Agile work; Covid-19; Lockdown; Well-being; Primary emotions.